Caricamento in corso...

   
  Banzi
  News
 

In questa sezione potrete sapere fatti e avvenimenti che succedono a Banzi... Guardate anche nelle sottopagine di questa pagina web, per ammirare le foto di eventi descritti nelle News.


Penultime serate de "Le Notti Bantine"
Daniele Vertulli (con la collaborazione di Rocco di Bono) il 23/08/2009, alle 13:30 (UTC)
 

La sera del 19 Agosto c'è stata una serata di discoteca in piazza. Il 20 è stata una delle serate più belle delle Notti Bantine. Nel centro storico si sono esibiti i ragazzi dell'Orchestra del Vulture, una band formata da 30 giovani musicisti dai 10 ai 20 anni molto ma molto bravi che, diretti dal maestro prof. Lioy, e frequentanti la scuola musicale Luigi Tansillo di Venosa, hanno eseguito brani di musica classica in memoria di Aurelio Nino, lo sfortunato giovane potentino di origini bantine che ha perso la vita a Maggio. Hanno suonato per quasi 2 ore alla presenza di tantissime persone che, ammutolite, hanno assistito ad un'ottima performance e che si sono emozionate nell'ascolto del Canone in Re di Pachelbel e soprattutto nel Concerto di Aranjuez di Rodrigo con un ragazzo solista. Naturalmente la gente ha chiesto il bis di uno dei tanti brani interpretati, e sono stati accontentati con la  riesecuzione della Czarda di Monti con una bravissima solista al violino.


Il 21 Agosto c'è stata la notte teatro, con la compagnia Gli Amici dell'Arte di Grumo Appula (BA), che hanno interpretato con la regia del banzese Michele Puntillo la nota commedia brillante "Chiave per due". Una bella interpretazione di tutta la compagnia, che di anno in anno innalza il suo livello professionale.


Oggi, 23 Agosto, vi sarà la Festa del Vino, con degustazione di vini, ed un concorso che eleggerà il miglior produttore banzese di vino per l'anno 2008/09 ed inoltre verranno offerti ai Banzesi: orecchiette al sugo di salsiccia, pettole e musica jazz.... tutto gratis.

 

Corteo Storico 2009
Daniele Vertulli il 20/08/2009, alle 13:38 (UTC)
 Il 18 agosto 2009 si è svolto a Banzi il Corteo Storico. Già alle 6 del pomeriggio tutto era pronto per dare il via all'evento. Al campo sportivo erano pronti i cavalli (foto sotto) che avrebbero dovuto sfilare nel corteo.









Il Punto Ludico è diventato un centro di ritrovo per tutti i personaggi che avrebbero dovuto comparire nel corteo (foto sotto). Perciò potevamo vedere uomini vestiti con abiti medievali, che tenevano in maro tamburi, bandiere, e che si preparavano alla sfilata.







Chi invece brandiva la spada, per esercitarsi nei combattimenti, che avrebbero dovuto tenersi durante lo spettacolo.







Verso le 7 di sera sono partiti dal Punto Ludico i cavalieri, gli uomini con tamburo, coloro che sventolavano le bandiera, ecc. Lungo le strade di Banzi sono passati degli uomini a cavallo, che portavano un'armatura medievale ed un elmo in ferro (foto sotto).













I cavalieri erano stretti in ranghi formati da due o tre cavalli per fila.







Prima dei cavalieri, ecco che compaiono i principi e la corte Normanna, preceduti anche questi da particolari signiferi, che portavano le insegne dei loro principi (foto sotto).







Subito dopo la corte Normanna, fanno la loro comparsa gli spadaccini e i soldati dei principi (foto sotto), che brandiscono delle spade medievali (con la classica impugnatura a croce) e delle semplici uniformi medievali.







Dopo di questi, con singolari uniformi colorate, marciano i tamburieri, che suonano dei motivetti di guerra (foto sotto).







L'ingresso di tutti in piazza segna l'inizio del Corteo Storico. Infatti questa prima parte del Corteo, cioè quando abbiamo visto dirigersi verso la piazza tutta questa gente (tamburieri, cavalieri, ecc.) non era altro che l'arrivo dei Principi Normanni (Boemondo e Ruggieri) al monastero Bantino.











A questo punto i Normanni, con tutta la loro corte, si dirigono ad accogliere Papa Urbano II, che sta arrivando a Banzi.























E' proprio adesso che gli spadaccini si sfidano in un appassionante corpo a corpo, finchè la morte non arrivi anche a loro. E così in piazza tutti i corpi dei soldati giacciono a terra (foto sotto), ed un frate rammenta loro che la guerra è ingiusta.







Il momento più eclatante del Corteo Storico è proprio quando i principi Normanni, partiti per accogliere il Papa, ritornano al Monastero Bantino accompagnando Papa Urbano II. Ed ecco che sfilano di nuovo i tamburieri (foto sotto).







Il Popolo (non solo di Banzi, ma anche di molti altri paesi vicini) viene al monastero per assistere ad un avvenimento mai visto prima: la venuta del Papa (foto sotto).







I Principi Normanni ritornano a Banzi insieme a tutta la loro corte (foto sotto).















Vescovi e arcivescovi preannunciano la venuta del Papa (foto sotto).







Ed eccolo, eccolo là, il tanto atteso Papa, illuminato da una leggera luce, che viene a cavallo, spoglio di tutti i suoi vestiti (foto sotto).















I Vescovi si siedono davanti al monastero, ma il posto più alto verrà occupato dal Papa, che intanto verrà vestito dai suoi stessi vescovi.







E finalmente il Papa, vestito da un abito splendidamente decorato, si prepara ad occupare il posto d'onore (foto sotto).















Dopo aver ascoltato le proteste dei monaci di Banzi, egli stesso sistemerà la situazione insieme ai Principi Normanni.







A questo punto il Papa e i vescovi sono entrati nel piazzale del monastero, e tutti gli spettatori hanno potuto ammirare le varie botteghe medievali (foto sotto).













 
Commento di stefano, 21/08/2009, alle 12:46 (UTC):
queste immagini che hai messo sono belle perche un corteo come questo non l'ho mai visto


Continuazione delle "Notti Bantine"
Daniele Vertulli il 17/08/2009, alle 06:21 (UTC)
 A ferragosto tutti erano pronti ad accaparrarsi i posti migliori per trascorrere la festa fuori casa. Il risultato? Tutto pieno al Banzullo, alla Ripa di Carnevale, così come ai Conconi e a Sardidd e anche alla Fontana della Nocella.  In serata c'era tantissima gente in piazza come non se ne vedeva da tempo (da ferragosto dell'anno scorso), e uno spettacolo di musica folk eseguita da una band di Irsina, i Peluso Folk, che hanno suonato "Brigante se more". Alle 4.30 della notte del 16 agosto sono partiti da Banzi in direzione di Tolve una quarantina di persone che a piedi hanno raggiunto il santuario di S.Rocco rivivendo un momento ed un'atmosfera che in tempi neanche troppo lontani accompagnava la notte di ferragosto a Banzi. Sempre il 16 agosto ci sarà l'esibizione di aereomodellismo, rinviata per il maltempo, e vi sarà un gruppo di animazione per i bambini che intratterà la serata. Già si stanno assegnando i primi costumi per il corteo storico del 18 e siamo tutti in attesa di sapere chi sarà quest'anno ad interpretare la figura di Papa Urbano II.
 

<- Indietro  1  2  3  4  5  6  7  8 

Avanti->






Inserire un commento su questa pagina:
Quale iscrizione commentare?
Il tuo nome:
Il tuo messaggio:

 
  Oggi ci sono stati 6 visitatori qui Aggiungi ai Preferiti  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=
<>